Pacing di Deformazione

Solo tipo di prova su metalli Il pacing della deformazione è un algoritmo software di loop esterno che analizza il flusso corrente dei dati in Bluehill e modifica la velocità di posizione per ottenere una velocità di deformazione in trazione definita dall'utente come determinata dal sensore della deformazione in trazione. La funzione di pacing presente nel software consente di controllare la velocità di deformazione a un livello predefinito. È consigliabile utilizzarlo con materiali che presentano caratteristiche di deformazione monotone e continue nella regione elastica, quali i metalli e le plastiche rigide o semi rigide. Molti tra questi materiali sono sensibili alla velocità di deformazione applicata durante la prova ed è quindi preferibile (e in qualche caso obbligatorio) controllare o per lo meno limitare, la velocità di deformazione. La reale velocità di deformazione massima che può essere controllata dipende dalle caratteristiche del provino da sottoporre a prova e dai requisiti di precisione della velocità di deformazione. Quanto minore è la rigidità e quanto più graduale lo snervamento, maggiore sarà la velocità di deformazione utilizzabile. Le macchine elettromeccaniche per le prove sui materiali di Instron generalmente funzionano con una velocità dello spostamento della traversa costante (cioè, la velocità della traversa) utilizzando un servoloop controllato dalla posizione. Le caratteristiche del sistema di prova e del provino sono tali che uno spostamento della traversa potrebbe non dare come risultato una deformazione costante sul provino, soprattutto nella regione di snervamento. Questo è il motivo per cui è necessario controllare la velocità di deformazione. In modo pacing, il software modifica costantemente la velocità della traversa per ottenere la velocità richiesta. L'estensimetro controlla la reale velocità sul provino e il software calcola la velocità della traversa richiesta per mantenere la velocità necessaria durante il proseguimento della prova. La velocità della traversa diminuisce quando si verifica uno snervamento nel materiale per mantenere una velocità di deformazione costante a causa del fatto che la maggior parte dello spostamento della traversa si traduce in una deformazione permanente del provino. Il modo pacing è rivolto soltanto alle prove monotone (unidirezionali) e non è adatto per controllare la velocità di deformazione durante gli effetti transitori quali lo snervamento superiore o inferiore o fenomeni di snervamento discontinui.